La Banca protagonista a Tourisma Firenze. Al Salone di Archeologia e Turismo culturale il libro strenna

“I Greci di Sicilia. Le città” è stato presentato a Firenze, all’edizione 2023 di Tourisma, il più importante appuntamento per l’archeologia e il turismo culturale in Italia.

I presenti al Palazzo dei congressi del capoluogo toscano erano molto più numerosi del previsto. Un pubblico, quello del Salone fiorentino, altamente selezionato, trattandosi per la gran parte di addetti ai lavori (archeologi, docenti delle materie umanistiche, accademici e ricercatori) e rappresentanti delle regioni italiane presenti con stand molto belli e curati, di enti e aziende che operano nel settore del turismo culturale.

Anche in quest’occasione il libro strenna della Banca è stato apprezzato in tutti i suoi aspetti: le bellissime fotografie di Luigi Nifosì che corredano il volume sono state proiettate insieme alle relazioni di Giovanni Di Stefano, l’archeologo che ha curato i testi, e di Massimo Cultraro, il docente di archeologia che ha scritto la prefazione del volume commissionato dalla nostra Banca. “I Greci di Sicilia, Le città” è stato curato in maniera encomiabile dalla piccola ma dinamica casa editrice Abulafia, di Ragusa.

Quella di Firenze è stata la prima presentazione ufficiale del nostro libro strenna, che nelle prossime settimane sarà presentato anche all’Assemblea Regionale Siciliana a Palermo, all’Università di Catania e ovviamente a Ragusa, in date che verranno comunicate.

I greci di Sicilia_Copertine Biblioteca BAPR

Libro strenna “I greci di Sicilia”

Maggiori informazioni sul libro strenna nella sezione dedicata alla Biblioteca BAPR.

Vai alla biblioteca BAPR

Potrebbe interessarti anche

Imprenditrice a lavoro sorridente
20 Febbraio 2024
Comunicati Stampa

BAPR e Banca AideXa insieme per lo sviluppo delle PMI

Approfondisci
21 Dicembre 2023
Comunicati Stampa

Nuovo Accordo Ricambio Generazionale

Approfondisci
11 Dicembre 2023
Comunicati Stampa

BAPR dona la connessione internet alle diocesi siciliane

Approfondisci