I nostri consigli utili

- Cambia la tua password periodicamente su ogni dispositivo che utilizzi;

- Anche se sei certo che non la conosca nessuno, è sempre una buona abitudine cambiarla con una certa frequenza;

- Non utilizzare password prevedibili come la data di nascita o il nome dei tuoi figli e non utilizzare codici/password già usate in passato;

- Cambia periodicamente anche le tue password nei programmi di posta elettronica e sui social network.

Proteggi sempre ogni dispositivo che utilizzi con un programma antivirus aggiornato.
Tieni sempre il sistema operativo aggiornato.

Ti consigliamo inoltre di:

- Utilizzare programmi per la gestione della posta elettronica in grado di filtrare le e-mail potenzialmente dannose;

- Utilizzare dispositivi Firewall per controllare il flusso di informazioni che partono e arrivano al computer. Funzione spesso offerta dal software antivirus o dal Sistema Operativo stesso.

Prima di fornire numeri di carte o codici di accesso verificare che il sito web sia autentico.

Per esser certi di collegarsi al sito della banca:

- Prestare attenzione che l’indirizzo web inizi sempre con il prefisso "https://";

- Verificare che sia presente l'icona "lucchetto chiuso" nella barra di stato del browser ;

- Diffidare di richieste di codici di accesso fuori dalle pagine ufficiali del sito (es. con dei pop-up, finestre aggiuntive di dimensioni ridotte ecc.).

Ricorda che la Banca non richiederà mai i tuoi codici personali né tramite mail, né tramite telefonate o comunicazioni scritte.

Presta quindi sempre attenzione alle mail, alle telefonate o ai messaggi ricevuti sui social network, in particolare se riportano allegati o link nei quali vengono richiesti dati personali o codici di autenticazione, non inserire le tue informazioni.

Fai molta attenzione alle informazioni e alle immagini che condividi sui social network. I truffatori potrebbero usarle per creare un'identità falsa o per architettare una truffa. In caso di dubbi, segnalaci i messaggi contattandoci.

Se ritieni di aver fornito i dettagli del tuo account ad un truffatore, contatta immediatamente la tua banca. Segnala sempre qualsiasi sospetto di frode alla polizia, anche se non sei rimasto vittima della truffa.

Controlla regolarmente i tuoi account on line (oltre a quelli di accesso alla tua banca anche quelli come Facebook, Paypal ecc.).

Controlla regolarmente i tuoi conti bancari e segnala eventuali attività sospette alla tua banca.

Di seguito proponiamo il decalogo stilato dall'ABI per proteggersi dal Phishing:

1. Diffidate di qualunque e-mail che richieda l'inserimento di dati riservati: la vostra banca non richiederà tali informazioni via e-mail

2. E' possibile riconoscere le truffe via e-mail con qualche piccola attenzione. Generalmente queste e-mail non sono personalizzate e contengono un messaggio generico di richiesta di informazioni personali per motivi non ben specificati (es. scadenza, smarrimento, problemi tecnici); fanno uso di toni intimidatori, ad esempio minacciando la sospensione dell'account in caso di mancata risposta; non riportano una data di scadenza per l'invio delle informazioni;

3. Nel caso in cui riceviate un messaggio contenente richieste di questo tipo, non rispondete via e-mail, ma informate subito la vostra banca tramite il telefono o recandovi in filiale;

4. Non cliccate su link presenti in e-mail sospette, in quanto questi collegamenti potrebbero condurvi ad un sito contraffatto, difficilmente distinguibile dall'originale. Anche se sulla barra degli indirizzi del browser viene visualizzato l'indirizzo corretto, non vi fidate: è possibile infatti per un hacker far visualizzare un indirizzo diverso da quello nel quale realmente vi trovate;

5. Diffidate inoltre di e-mail con indirizzi web molto lunghi, contenenti caratteri inusuali;

6. Quando inserite dati riservati in una pagina web, assicuratevi che si tratti di una pagina protetta: queste pagine sono riconoscibili in quanto l'indirizzo che compare nella barra degli indirizzi del browser comincia con https:// e non con http:// e nella parte in basso a destra della pagina è presente un lucchetto;

7. Diffidate se improvvisamente cambia la modalità con la quale vi viene chiesto di inserire i vostri codici di accesso allo home banking: ad esempio, se questi vengono chiesti non tramite una pagina del sito, ma tramite pop-up (una finestra aggiuntiva di dimensioni ridotte). In questo caso, contattate la vostra banca tramite il call center o recandovi in filiale;

8. Controllate regolarmente gli estratti conto del vostro conto corrente e delle carte di credito per assicurarvi che le transazioni riportate siano quelle realmente effettuate. In caso contrario, contattate la banca o l'emittente della carta;

9. Le aziende produttrici dei browser rendono periodicamente disponibili on-line e scaricabili gratuitamente degli aggiornamenti (cosiddette patch) che incrementano la sicurezza di questi programmi. Sui siti di queste aziende è anche possibile verificare che il vostro browser sia aggiornato; in caso contrario, è consigliabile scaricare e installare le patch;

10. Internet è un po' come il mondo reale: come non dareste a uno sconosciuto il codice PIN del vostro bancomat, allo stesso modo occorre essere estremamente diffidenti nel consegnare i vostri dati riservati senza essere sicuri dell'identità di chi li sta chiedendo. In caso di dubbio, rivolgetevi alla vostra banca.

Riconoscere e difendersi dalle frodi

I criminali informatici sono sempre alla ricerca di nuovi modi per fare soldi a tue spese. Persone e aziende spesso cadono vittime di frodi che utilizzano varie tecniche di social engineering, raccogliendo “personalmente” le informazioni necessarie per la truffa o introducendosi nei sistemi informatici per rubarle.

Queste truffe sono esempi tipici di come gli hacker possono facilmente giocare sulla psicologia e le percezioni della vittima. I suggerimenti che trovi qui hanno lo scopo di aiutarti a proteggerti.

La consapevolezza è la tua migliore difesa!

Campagna Occhioalclic

Il CERTFin dell’ABI in collaborazione con la Polizia di Stato ha realizzato una campagna di sensibilizzazione sulle buone pratiche da adottare per un utilizzo sicuro dei sistemi di pagamento digitali.
Lo scopo è generare consapevolezza sul tema, sensibilizzando i fruitori di sistemi di pagamento on line e fornendo dei piccoli consigli per eliminare ogni possibile rischio.

 

BAPR, in qualità di aderente al CERTFin, partecipa attivamente a questa iniziativa, promuovendo la divulgazione di buone pratiche e un utilizzo consapevole dei nostri servizi digitali.

 

 

Sicurezza online