I sogni e i fallimenti dell’economia: Carlo Cottarelli a confronto con BAPR e Arca Fondi

  • Le potenti forze economiche che governano il sistema e la necessità di rinnovamento, alcuni dei temi dell’incontro.
  • Presentato a Catania il libro di Cottarelli “Chimere. Sogni e fallimenti dell’economia”.
  • L’evento, che si è svolto nel rinnovato Palazzo Valle, fa parte delle iniziative organizzate da Bapr e ARCA Fondi per il mese dell’educazione finanziaria.

Catania, 18.10.2023 – I sogni disattesi, come quelli delle criptovalute, dell’indipendenza dalle banche centrali, dell’abolizione del lavoro attraverso la tecnologia, della globalizzazione e della crescita infinita incompatibile con l’ambiente, sono stati al centro dell’incontro organizzato da Banca Agricola Popolare di Ragusa e ARCA Fondi SGR.

Dopo i saluti istituzionali della Vice Presidente dell’Istituto, Antonella Leggio, la conversazione tra Carlo Cottarelli, economista e Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, Saverio Continella, Amministratore Delegato di Banca Agricola Popolare di Ragusa e Simone Bini Smaghi, vice direttore generale Arca fondi Sgr, ha avuto l’obiettivo di comprendere a fondo i rischi e le implicazioni delle forze economiche che hanno influenzato la nostra vita negli ultimi decenni.

Molte di queste forze sono legate a visioni che Carlo Cottarelli chiama “chimere” e che riguardano noi e le generazioni future, perché dovremo affrontare il problema di una crescita compatibile con i vincoli ambientali, la necessità della stabilità monetaria e le conseguenze di un’eventuale deglobalizzazione. “Stiamo sognando troppo a lungo e, nel mentre, non facciamo quello che sarebbe necessario per rendere il sogno una realtà. C’è ancora tempo, è vero, ma dobbiamo renderci conto che sognare non è abbastanza”, il commento dell’economista nel corso della presentazione del suo libro.

L’incontro costituisce il primo appuntamento di Palazzo Valle, storico edificio barocco nella città catanese, sede della Fondazione Puglisi Cosentino, che ha riaperto al pubblico il 17 ottobre.

Secondo Saverio Continella, Amministratore Delegato di Banca Agricola Popolare di Ragusa, “Le prospettive dell’economia nel medio-lungo termine, e le loro ricadute sociali, sono più difficili da prevedere rispetto agli ultimi 15 anni. Non in quanto i temi strettamente economici siano più complessi da analizzare, ma poichè vi è in atto un cambiamento profondo che si interseca con le dinamiche industriali, commerciali e monetarie. La riflessione di oggi di Carlo Cottarelli rende evidente quanto siano necessari nel nostro Paese e in Sicilia riformisti con sguardi lunghi e intenti chiari. In questo momento di ripresa economica post covid da un lato e fragilità geopolitica dall’altro, il riformismo si propone come metodo e come contenuto, nonché unica via per costruire una via per il futuro”.

Come evidenziato da Simone Bini Smaghi, vice direttore generale di Arca fondi Sgr “In un contesto generale di forte evoluzione dello scenario economico e geopolitico siamo molto contenti di poter supportare la Banca Agricola Popolare di Ragusa nella programmazione di eventi di formazione ed informazione per i propri soci e clienti. L’evento organizzato a Palazzo Valle con Carlo Cottarelli, che rientra tra le attività approvate dal Comitato Edufin per il mese di ottobre 2023, pensiamo possa aver fornito spunti di riflessione per i clienti e soci della BAPR sui principali temi di attualità.

Potrebbe interessarti anche

baprlogo3d-1
10 Aprile 2024
Comunicati Stampa

BAPR entra nel capitale sociale di Banca di Sconto

Approfondisci
26 Marzo 2024
Comunicati Stampa

Banca Agricola Popolare di Ragusa sospende la quota capitale dei finanziamenti agrari per un anno

Approfondisci
19 Marzo 2024
Comunicati Stampa

Per la crescita responsabile della Sicilia: Ferruccio De Bortoli a confronto con BAPR e Arca Fondi

Approfondisci