In occasione del Mese dell’Educazione Finanziaria e del Festival della Sostenibilità, Banca Agricola Popolare di Ragusa e FEduF (ABI) propongono agli studenti delle scuole primarie e secondarie di II grado di Ragusa due incontri online con al centro il tema della sostenibilità: “Sostenibilità, economia circolare e consumi consapevoli: cosa cambia?” per le secondarie di II grado il prossimo 6 ottobre e “Diventare sostenibili” per le scuole primarie il 7 ottobre. Gli incontri condotti dai divulgatori della Fondazione creata da ABI insieme agli esperti di Banca Agricola Popolare di Ragusa, vogliono far riflettere e sensibilizzare le ragazze e i ragazzi sui temi della economia circolare e della gestione consapevole delle risorse.
 
Qual è l’impatto dei nostri comportamenti sul pianeta, l’economia e la società? Qual è l’impatto delle nostre scelte? Quanto è importante agire subito? Cosa cambia se prestiamo maggiore attenzione ai nostri comportamenti?
 
Gli studenti di Ragusa possono trovare una risposta a queste domande nelle dirette streaming rivolte a tutte le scuole primarie e secondarie di II grado del territorio per avvicinare gli studenti all’educazione finanziaria e sostenibile da differenti prospettive.
 
Questo è l’obiettivo di Banca Agricola Popolare di Ragusa e FEduF che, nell’ambito del Mese dell’Educazione Finanziaria (promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria) e del Festival della Sostenibilità di ASVIS propongono due incontri digitali per promuovere la conoscenza di nuovi modelli di sviluppo sostenibile quali l’economia circolare, la finanza etica e di nuovi stili di consumo e di spesa più consapevoli e responsabili.
 
La Banca produce ricchezza – commenta Saverio Continella, Direttore Generale di Banca Agricola Popolare di Ragusa – e questo non si deve mai dimenticare. L’economia moderna si basa sulla circolazione del denaro e le banche ne sono elemento essenziale. Alle nuove generazioni è necessario, direi impellente, insegnare che l’economia deve essere sostenibile. Il termine è ormai utilizzato, forse anche abusato, per tutto, per ogni attività, ogni progetto. Ma la verità – spiega il dottor Continella – è che proprio nel comparto economico e finanziario la sostenibilità non è soltanto eticamente raccomandabile, ma negli ultimi anni è diventato un elemento distintivo per riconoscere chi, a fronte di un legittimo guadagno, crea i presupposti per salvaguardare gli esseri umani e tutto l’ambiente. Essere creatori e gestori di economia sostenibile è diventato per la nostra Banca un punto fermo, un obiettivo che si rinnova ogni giorno nella nostra complessa attività che, non dimentichiamolo, ha subito un forte trauma determinato dall’emergenza sanitaria. Personalmente – conclude il Direttore Generale di Bapr – e sono certo di interpretare anche il pensiero del Presidente Arturo Schininà e di tutto il Consiglio di Amministrazione della Banca, ritengo gratificante e spero anche fruttuosa la collaborazione con la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio nata su iniziativa dell’ABI, perché essa è rivolta alle giovanissime generazioni, quelle alle quali dobbiamo affidarci per vedere finalmente modificato il modo di concepire il mondo da parte degli umani, che su questo pianeta sono solo ospiti”.
 
“Sostenibilità, economia circolare e consumi consapevoli: cosa cambia?” si basa sul nuovo programma didattico realizzato dalla FEduF per le scuole superiori: l’incontro prende spunto dagli ultimi dati disponibili in tema di sostenibilità con l‘obiettivo di proporre agli studenti di lavorare sui temi dell’educazione circolare e sui modelli, gli approcci economici e le buone pratiche che possono accompagnare e favorire lo sviluppo sostenibile.
 
“Diventare cittadini sostenibili” vuole stimolare nei bambini una prima riflessione sul valore del denaro e sulla necessità di gestirlo responsabilmente per sé stessi e per la comunità, in un’ottica di cittadinanza consapevole. I bambini verranno inoltre aiutati a ragionare sul tema della sostenibilità, partendo dalle azioni quotidiane e personali che ognuno può compiere, promuovendo quindi le “buone pratiche” di sviluppo sostenibile che creano valore aggiunto e al contempo preservano le risorse per le generazioni future. I docenti potranno far realizzare ai bambini, prima o dopo l’incontro, salvadanai utilizzando materiali di recupero (es. bottiglie di plastica, scatole, decorazioni da abiti non più utilizzabili, ecc…). Una volta realizzati, i salvadanai dovranno essere fotografati e inviati agli indirizzi scuola@feduf.it e comunicazione@bapr, insieme a uno slogan o un pensiero sul tema della sostenibilità, del risparmio e della tutela delle risorse naturali. I lavori più originali e significativi inviati verranno pubblicati sul sito www.Economiascuola.it e sul sito www.bapr.it.
 
Il Mese dell’educazione finanziaria e il Festival della Sostenibilità sono una straordinaria opportunità che permette a FEduF e a Banca Agricola Popolare di Ragusa di mettere a disposizione delle scuole un percorso innovativo su tematiche di rilievo fondamentale per i giovani. – commenta Giovanna Boggio Robutti, Direttore Generale della Fondazione creata da ABI – Questo aspetto è cruciale poiché l’educazione finanziaria è materia che a tutti gli effetti contribuisce alla definizione dei concetti di legalità e di democrazia, rappresentando non solo uno strumento di tutela e valorizzazione del patrimonio economico individuale e sociale, ma anche un diritto di cittadinanza richiamato dalla stessa Costituzione”.
 
“Sostenibilità, economia circolare e consumi consapevoli: cosa cambia?”, per le secondarie di II grado in programma in versione digitale mercoledì 6 ottobre dalle ore 10.00 alle 11.30, la partecipazione è gratuita e per iscriversi è sufficiente compilare entro venerdì 1° ottobre 2021 la scheda di adesione online al link: http://www.feduf.it/area-riservata/partecipa-evento/index.php?id_evento=1080-2021-10-06.
 
“Diventare cittadini sostenibili”, incontro dedicato alle scuole primarie, è in programma in versione digitale giovedì 7 ottobre dalle ore 10.00 alle 11.30: anche in questo caso la partecipazione è gratuita e per iscriversi è sufficiente compilare entro venerdì 1° ottobre 2021 la scheda di adesione online al link: http://www.feduf.it/area-riservata/partecipa-evento/index.php?id_evento=1081-2021-10-07.

La Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEduF) è nata su iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana per diffondere l’educazione finanziaria in un’ottica di cittadinanza consapevole e di legalità economica. Obiettivo della Fondazione è il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati a promuovere una nuova cultura di cittadinanza economica, valorizzando le diverse iniziative, superando gli individualismi e mettendo a fattor comune le esperienze maturate in nome dell’interesse della comunità. Opera in stretta collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e gli Uffici Scolastici sul territorio e diffonde, nelle scuole di ogni ordine e grado, programmi didattici innovativi nella forma e nei contenuti, anche attraverso l’organizzazione di eventi per gli studenti, gli insegnanti e i genitori. La Fondazione lavora sulla mediazione culturale tra contenuti complessi e strumenti divulgativi semplici ed efficaci. Le sue iniziative si rivolgono anche agli adulti, in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori.
 
FeduF
Igor Lazzaroni,
Ufficio Stampa FEduF
02 72101224 – 347 4128357
 
Bapr
Maria Cavalieri
Ufficio Comunicazione Bapr
0932 603244 – 333 2853703

Potrebbe interessarti anche

Iceberg immerso nel mare
21 Gennaio 2022

BAPR nel podcast di Inside Finance "L’economia della Sicilia e il ruolo della Banca del territorio"

Approfondisci
15 Gennaio 2022

Richiesta Documentazione ISEE

Approfondisci
14 Gennaio 2022

Intervista Milano Finanza a Saverio Continella BAPR

Approfondisci