Martedì 7 aprile sono stati consegnati alla Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa i nove apparecchi respiratori donati dalla BAPR.

Si tratta di nove “posizionatori”, ovvero strumenti sanitari destinati alla sala rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Modica, polo ospedaliero deputato alla cura dei malati da Covid-19 per il nostro territorio.

La donazione all’azienda sanitaria è solo l’ultima iniziativa, in ordine di tempo, che la popolare ragusana ha messo in atto in questo mese di emergenza nazionale. Insieme ad interventi più direttamente connessi con la propria attività creditizia (la sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti, le provvidenze in favore dei soci della Banca, il pagamento anticipato con fondi propri delle pensioni INPS a partire dal 26 marzo) e quelli di pura liberalità: un contributo sostanzioso alle nove Caritas di altrettante Diocesi della Sicilia orientale per fare fronte alle prime e stringenti esigenze delle famiglie in forti difficoltà.

Alla Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa abbiamo voluto donare qualcosa di utile e tra l’altro scelta insieme ai medici direttamente interessati. Uno strumento sanitario – dice Arturo Schininà, Presidente della BapR – che ovviamente speriamo rimanga inutilizzato. L’emergenza sanitaria coinvolge tutti, e noi, quale Banca del territorio, abbiamo intenzione di fare la nostra parte. Con gli strumenti propri della nostra attività e con un aiuto, un contributo, laddove è necessario. Sono contento anche di quanto fatto dal Cral e dal CAD dei nostri dipendenti – spiega il dottor Schininà – che ha avviato una raccolta fondi anch’essa destinata alla ASP ragusana. Una presenza, la nostra, che reclama tutto intero il ruolo non soltanto di banca del territorio, ma di vero e proprio punto di riferimento. Viviamo da oltre un mese una situazione pesante – conclude il Presidente della BapR – che potrebbe prolungarsi ancora e le cui conseguenze – già nel prossimo futuro – saranno serie e gravose. Ma ne usciremo se ognuno farà la propria parte, quale che sia, e ne usciremo migliori”.

Sono veramente felice, e non trovo altre parole, per la donazione ricevuta ieri dalla Banca Agricola – spiega Angelo Aliquò, Direttore Generale della ASP – una fornitura importante per la sala rianimazione del Maggiore. Al di là dell’attuale emergenza, la donazione della Bapr è fondamentale per una buona efficienza delle sale rianimazione dei nostri ospedali, posto che, finita – e speriamo presto – l’emergenza, i nove posizionatori verranno poi ridistribuiti anche tra gli altri ospedali nella nostra provincia. Alla Banca Agricola Popolare di Ragusa esprimo tutta la mia sincera gratitudine”.

Potrebbe interessarti anche

risultati definitivi opa
28 Settembre 2022
BAPR Informa

Operazione Lympha: concluso il riacquisto di azioni per 30 milioni

Approfondisci
2 Settembre 2022
BAPR Informa

Online il podcast "L'ARTE DE LA MERCATURA" di Benedetto Cotrugli, la miniserie realizzata con la collaborazione di BAPR

Approfondisci
31 Agosto 2022
BAPR Informa

Nasce a Ragusa il CdL triennale "Management delle imprese per l’economia sostenibile"

Approfondisci